Se hai un’azienda e stai cercando di promuoverti tramite canali innovativi, usare Groupon potrebbe portarti più problemi che soluzioni. Specie se sei già con l’acqua alla gola, non trarrai nessun beneficio.

Ecco i motivi per cui per un’azienda promuoversi su Groupon è fallimentare:

  1. Il pubblico di riferimento (target, in gergo markettaro) ci trova per un unico motivo: risparmiare. Questo tipo di target è medio-basso e poco qualificato. A meno che non abbiamo la sicurezza di avere i prezzi più bassi del nostro mercato di riferimento (locale o meno) avremmo semplicemente intercettato persone che alla prossima offerta taglieranno l’angolo per il nostro concorrente.
  2. Ormai il danno è fatto e il cliente ha comprato il coupon ed è arrivato nel tuo ristorante (per esempio). A questo punto la seconda cosa peggiore che puoi fare è dargli un servizio scadente equivalente al pagato cercando di guadagnarci lo spicciolo sopra, o addirittura peggiore perchè sei nervoso. NO. Il cliente va coccolato e riverito, addiritura stupito, altrimenti le probabilità che non torni più arrivano definitivamente al 100%.
  3. Un esercizio che si svende per poco, intercetta un target medio basso interessato alla quantità più che alla qualità, e infine fornisce un servizio mediocre, si penalizza automaticamente su quella che è l’arma di promozione definitiva (specie nella ristorazione): il passaparola.

Come invce utilizzare Groupon correttamente in una strategia di promozione?

La parola magica è già scritta nel titolo del paragrafo, ovvero: strategia promozionale.

In termine tecnico noi la chiamiamo Lead Generation, generazione clienti, ed è quello che ti serve per aumentare il tuo fatturato.

La Lead Generation (così come la facciamo noi) è composta da tre parti fondamentali, trovare il pubblico in target, reperire il contatto e “scaldare” il prospetto offrendo valore concreto fino a trasformarlo in nostro cliente effettivo.

Partiamo dalla considerazione scientifica che un cliente per farci guadagnare, deve diventare un cliente reiterante, ovvero che torni ad acquistare da noi.

Questo accade solamente nel caso si sia trovato bene la prima volta.

Senza contare che se si trova bene, può parlarne agli amici e promuoverci con il passaparola.

Quindi, stando all’utilizzo di Groupon, potrebbe funzionare bene per promuovere esercizi e posti con una particolarità da valorizzare. Se abbiamo un ristorante con un menu tutto sommato nella norma, ma con una location meritevole, potrebbe essere utile testare questa strategia; al contrario siamo già un ristorante conosciuto e abbiamo introdotto un nuovo tipo di cucina nel menu, come ad esempio quella vegana, e vogliamo promuoverla, ecco che potrebbe essere interessante.

Se hai domande o vuoi condividere la tua esperienza con Groupon commenta pure qui sotto.

Share This